Aprire un Franchising di Detersivi

Condividi

Come aprire un Franchising di detersivi? Ecco i suggerimenti per avviare un’attività commerciale di prodotti sfusi alla spina e tradizionali: dalle pratiche burocratiche, al business plan, alla scelta del locale e alla selezione del personale.

Aprire un Franchising di Detersivi: da dove partire

Per prima cosa è importante valutare la concorrenza sul territorio e intercettare le esigenze del target di riferimento. Esistono negozi di detersivi tradizionali nelle vicinanze? Sono presenti negozi di detersivi alla spina? La condizione migliore è ovviamente quella di non avere competitors entro un determinato raggio, così come supermercati e grandi magazzini. In questo caso anche un piccolo locale potrà soddisfare la richiesta della tipologia di prodotto, purché collocato in una zona densamente abitata e popolata dal target di riferimento. L’ideale è una zona centrale, con possibilità di parcheggio nelle vicinanze.

Aprire un Negozio di Detersivi: gli step da seguire

Dopo la valutazione del territorio e del mercato, dovrete redarre il business plan con analisi di costi, previsioni di ricavi e ROI. Un negozio di detersivi richiede inoltre l’apertura della partita iva e l’iscrizione al Registro delle Imprese. Dovrete dare comunicazione di inizio attività e aprire le posizioni INPS ed INAIL, ottenere le certificazioni igienico sanitarie, di sicurezza ed agibilità, destinazione ed urbanistica.

I costi per l’avvio dell’attività possono essere quantificabili tenendo conto della metratura del locale, dei costi per il primo rifornimento di merce, dell’eventuale assunzione di personale e della tipologia di detersivi venduti. Un budget iniziale di 50/60 mila euro dovrebbe permettervi di aprire un negozio di detersivi tradizionali.

Un negozio di detersivi alla spina, invece, permette di contenere il primo investimento intorno ai 30 mila euro, poiché il locale potrà essere più piccolo e il personale ridotto al minimo. In questo caso, inoltre, la soluzione dei distributori automatici ad orario continuato vi consentiranno di aumentare i ricavi grazie alla disponibilità dei prodotti 7 giorni su 7 e h24.

Aprire un Franchising di Detersivi: quale marchio scegliere

Molte reti franchising vi permetteranno di sfruttare i format e la visibilità di un brand già noto al grande pubblico, insieme alla possibilità di offrire alla vostra clientela prezzi concorrenziali. Il franchising inoltre vi supporterà nell’iter burocratico, nell’acquisto delle forniture, nell’allestimento del negozio e nella formazione del professionale.

SaponandoPiù – Un franchising conosciuto che vende prodotti economici, ipoallergenici e biodegradabili. I detersivi vengono venduti alla spina e nell’investimento inziale di circa 6.500 euro sono compresi una macchina erogatrice, un erogatore BS per le profumazioni e 10 erogatori ED 25.

Detersfuso – Altro franchising di detersivi sfusi e biodegradabili. Ad un investimento iniziale di 2.500 euro corrisponderanno sei erogatori, mentre con 14.000 euro si otterranno 32 erogatori, una bilancia, una cassa e un banco. Tra i requisiti richiesti almeno un dipendente, un bacino di utenza di almeno 5 mila abitanti, uno spazio dai 40 mq ai 60 mq per un punto vendita e uno spazio di 15-20 mq per un corner.